VC GLI ASSETATI RICORDA MARASCHI

VC GLI ASSETATI RICORDA MARASCHI

270VISUALIZZAZIONI

Il nostro ricordo e omaggio a Mario...

È con grande dispiacere che abbiamo appreso poco fa della scomparsa di Mario Maraschi. Una notizia che appesantisce i nostri pensieri in un anno maledetto che nessuno potrà mai dimenticare per quanto la nostra vita è cambiata ma anche per le difficoltà che vive la nostra fede viola.

Mario è entrato nella vita del nostro Viola Club 10 anni fa, esattamente il 21 agosto del 2010 in occasione della 5° Scampagnata Viola, una festa con ricorrenza annuale organizzata per tutti i ns. Soci, in quel periodo quasi 500, e con la gradita partecipazione a invito di personaggi che hanno lasciato un segno importante nella storia della Fiorentina, oltre a Mario tra gli altri Hamrin, Desolati e Amoruso. Non credevamo che Mario potesse accettare di venire perchè abitava in provincia di Vicenza, e quindi non proprio dietro l'angolo rispetto al Casentino dove ci troviamo noi, ma ricordiamo sempre con affetto con quanto entusiasmo accettò e con quanto altrettanto entusiasmo ed orgoglio si presentò con addosso la maglia viola dello scudetto, quella magica maglia con il numero 9 e lo scudetto tricolore cucito addosso che non si tolse mai per tutta la durata della festa. Ma ciò che di lui ci colpì, e che ancora oggi ricordiamo con affetto, fu la sua umiltà ed il suo infinito amore per il calcio e la maglia viola. Accanto alla sede della festa in un campetto di calcio, uno di quei tanti campetti con una sola porta, poca erba e l'immancabile pallone inseguito dal solito gruppetto di bambini lui si mise a giocare insieme a loro, come uno di loro, non con pazienza ma con l'entusiasmo di un bambino e ancora la classe di un campione. Lui rimase con noi e a disposizione di tutti per tutta la serata e il giorno successivo, dopo essere rimasto a dornire qui in Casentino, riprese la sua auto, la maglietta di cui andava davvero fiero e con altrettanta umiltà fece rientro verso Vicenza.

Di quel giorno conserviamo tante foto e tanti piacevoli ricordi ma, soprattutto, abbiamo ancora viva la consapevolezza di aver conosciuto un Calciatore d'altri tempi anzi, un Uomo d'altri tempi come purtroppo la maggior parte dei calciatori di oggi non sanno essere. È stato un onore per tutti noi averlo conosciuto ed oggi un orgoglio... Noi vogliamo condividere con voi e con tutti i tifosi viola questi nostri piacevoli ricordi e, se possibile, far pervenire alla famiglia di Mario le nostre più sentite condoglianze e, come ricordo, alcune belle immagini di quella serata.

Corsalone, 3 dicembre 2020

Il Presidente, Marco Mariotti