Carnasciali: "Terrei Montella fino al termine della stagione. Chiesa..."

Carnasciali: "Terrei Montella fino al termine della stagione. Chiesa..."

232VISUALIZZAZIONI

Daniele Carnasciali, ex giocatore della Fiorentina, è intervenuto a "TMW" per parlare del momento dei viola. Queste le sue parole: "Le ultime due prestazioni sono state molto deludenti sul piano del gioco ed anche fisicamente non li ho visti bene. Affrontano l'Inter che può essere a sua volta stanca dalla partita contro il Barcellona che ha portato all'eliminazione dalla Champions League che può far giocare un brutto scherzo domenica. La squadra di Conte ha giocatori forti, specialmente davanti e la Fiorentina dovrà stare attenta: deve giocare cercando di far risultato pieno perché non si può permettere di non fare perlomeno un punto. Montella? Non so se sia giusto dargli ancora fiducia. Gli americani non sono abituati o perlomeno gli allenatori li cambiano sempre a fine stagione. Non ci fosse stato Commisso sono convinto che Montella non sarebbe più l'allenatore dei viola. Adesso deve dargliela fino alla fine perché non ha senso farlo dopo l'Inter secondo me. A questo punto lo tieni fino alla fine e lo cambi l'anno prossimo. Non darei tutte le responsabilità a Montella, la squadra non è stata costruita molto bene, secondo me manca una prima punta, un centrocampista ed un esterno: le colpe vanno divise. Iachini o Prandelli come traghettatori? I nomi sono i soliti, ma non facciamoli. Spero che la Fiorentina faccia risultato così almeno Montella finirà la stagione. Anno prossimo dobbiamo ripartire con una squadra diversa, con acquisti diversi. Spalletti per il prossimo anno? Si parla di un ottimo allenatore che ha fatto risultati buoni ovunque è andato, ma la squadra deve essere allestita in modo che sia competitiva perché adesso non lo è. Bene Ribery che ha dato qualità ed ha fatto vedere che è di un'altra categoria nonostante l'età... Bisognerà vedere se rimarranno Castrovilli e Chiesa. Quest'ultimo se deve restare lo deve fare con convinzione perché poi si ripercuote questa sua indecisione sul campo".