Montella: "Non siamo stati all'altezza della situazione. Vlahovic ha il mio sostegno"

Montella: "Non siamo stati all'altezza della situazione. Vlahovic ha il mio sostegno"

471VISUALIZZAZIONI

Queste le parole del tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella al termine del ko per 5-2 contro il Cagliari, dalla sala stampa della Sardegna Arena: “Non siamo stati all’altezza della situazione, sopratutto a livello mentale: la partita di oggi poteva essere decisiva per noi, poteva darci una svolta. Abbiamo avuto una svolta dopo il 5-0, forse perché qualche ragazzo si è liberato di testa. Abbiamo bisogno di crescere in fretta, non possiamo avere debacle come quella di oggi. In campo c’erano 40 anni di differenza a livello d’età. Le pressioni? Questo anno servirà per capire il livello dei giovani: abbiamo dei ragazzi bravi. Oggi Vlahovic è stato un giocatore nel primo tempo e nella ripresa è stato tutt’altro. Ho un bel bruciore di stomaco perché dobbiamo imparare a vincere certe partite, ma alcune volte serve saper anche perdere. Simeone? Non ho alcun rimorso; abbiamo scelto insieme questa soluzione. Lui non era più sereno a Firenze: è un bravo ragazzo e un lavoratore ma non c’erano più le condizioni per continuare. I segnali dati da Vlahovic? Dusan è un giocatore nel quale credo tantissimo: può diventare un crack. Lui ha tutto il nostro sostegno” .

Dalla Sardegna Arena ha parlato anche Daniele Pradè, direttore sportivo viola: "Abbiamo perso la partita sull’atteggiamento psicologico. Non sono preoccupato, perché tutto quello che succede lo prevedo. Il Cagliari è una squadra forte, noi non ci siamo stati. Siamo stati leggeri e molli. In più abbiamo fatto anche degli errori tattici. Per me questa è una stagione importante. Io devo vedere quello che succede per poi migliorare e costruire questa squadra in base a quello che ho visto. Appena rientrano i nazionali farò un discorso alla squadra e spiegherò quello che voglio. Non è calato l’aspetto fisico. Dal punto di vista mentale abbiamo perso. Anche negli 1 contro 1. C’era una notevole differenza di età tra le due squadre. Questa è una stagione per crescere e non commettere più questi errori. Questa qui è una squadra che lavora insieme da poco. Quando hai delle difficoltà emergono le tue lacune”.